Il ritorno di Zaniolo

RESTART. Una parola, in inglese, apparsa sul suo profilo Instagram e poi una dichiarazione d’amore. “Quanto mi sei mancata”. La didascalia a una foto che lo ritrae di nuovo in campo a Trigoria. La fortunata non è la nuova fiamma che agita la vita privata di un giovane simbolo del calcio italiano, bensì lei, la palla, la migliore amica di ogni amante di questo sport. 

È così ufficialmente iniziata la rincorsa del numero 22, desideroso di riprendersi un posto in campo, magari largo a destra o ancora meglio a tutto campo, perché i giocatori di talento gli spazi se li vanno a cercare. Questa Roma avrebbe dannatamente bisogno del suo genio in un momento in cui alcune energie nervose si stanno esaurendo. Possibile rivederlo in campo dopo Pasqua, l’11 aprile in occasione di Roma-Bologna. Un nuovo inizio dopo due infortuni che avrebbero fermato chiunque.

Ad attenderlo ci sarà anche la Nazionale di Roberto Mancini. L’Europeo si avvicina sempre più e se esiste un dubbio nella testa del ct, riguarda sicuramente il ritorno di Nicolò, simbolo della rinascita azzurra e portabandiera di una generazione di talenti da scoprire e far debuttare sui palcoscenici più importanti.

E poi le notti di Champions. È questo l’obiettivo degli uomini di Fonseca, in piena lotta per la qualificazione alla prossima edizione. Nicolò Zaniolo è il più giovane calciatore italiano ad aver realizzato una doppietta in Champions League. La notte contro il Porto ce la ricordiamo tutti, impossibile dimenticare. Le corse perdifiato, il vento tra i capelli, la ritrovata forza di due gambe che devono sostenere il mondo. Quel mancino a volte leggero come una piuma, altre affilato come una lama.

Il campionato italiano si prepara a riabbracciare un giocatore totale, capace di bruciare le tappe e spingere sempre più in là nuovi record e limiti personali. Dietro il suo sorriso e grazie a un volto da bambino, il calcio diventa una cosa semplice.

Riccardo Amato

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *