Un week end pazzesco! L’Inter è capolista e le altre…

Quante sorprese in questo turno di Serie A! Più dei risultati, l’incertezza che ci accompagnerà fino alla fine. Una nuova capolista, l’Inter di Romelu Lukaku, due cadute importanti (quelle di Juventus e Milan) e altrettanti balzi in avanti per chi stava tirando il fiato e ha visto una corsia libera per tentare il sorpasso.

Non può che essere lui, Big Rom, l’uomo copertina di questa 22a giornata di Serie A. Trascina dietro di sé gli avversari, che si chiedono solo come evitare il peggio (e non ci riescono), domina la partita e porta in alto l’Inter, nuova padrona di questo campionato. Gli uomini di Conte vincono un fondamentale scontro diretto contro la Lazio di Simone Inzaghi e si godono almeno una settimana al sole, in attesa di un derby da urlo. I nerazzurri non falliscono l’appuntamento e rispediscono al mittente le critiche di qualche giorno fa. “Meglio arrivare al derby da primi” dice Conte, nato per la vittoria, e siamo d’accordo con lui.

Inaspettati i flop di Juventus e Milan. Se i partenopei si stanno abituando negli ultimi anni a vestire i panni di guastafeste quando di fronte c’è il bianconero, la lezione di calcio impartita da Italiano a Ibra e compagni ha il sapore della storia. Lo Spezia potrebbe anche risentirsi nel venire acclamato solamente come favola di questo campionato. Due occasioni perse, con il gruppo di Pioli che ridimensiona gli undici mesi di imbattibilità e deve fare i conti con possibili contraccolpi psicologici. L’Europa offre subito l’occasione per il riscatto, con il ritorno di Champions ed Europa League per le due formazioni.

A Roma il dilemma è “cosa fare con Fonseca”, come racconta Fabrizio Bocca sul suo blog. Questa squadra esprime un calcio piacevole ed è subito dietro le grandi favorite. La vittoria contro l’Udinese è una boccata di ossigeno a pieni polmoni. Cosa manca per ambire al bottino pieno? Probabilmente è questa la dimensione della Roma, che ha steccato contro le grandi (match con l’Inter a parte) ma che tiene momentaneamente dietro in classifica una Juventus partita con ben più golose ambizioni.

Atalanta e Sassuolo si godono un week end di conferme e risultati. La Dea in particolare aggancia Napoli e Lazio e dichiara ufficialmente aperta la lotta al quarto posto. I neroverdi di De Zerbi si trovano in un limbo che per ora non presenta ostacoli. Puntare ancora più in alto significa cercare un risultato di prestigio contro una delle sette sorelle, per forza di cose favorite. Tagliare il traguardo prima del Verona e dare fastidio a tutti fino in fondo possono rappresentare un buon compromesso tra sogni di gloria e semplice realtà.

La Serie A ha cambiato padrona. Sarà un passaggio di consegne definitivo o dobbiamo aspettarci un’alternanza pericolosa? L’Inter senza coppe ha uomini, forza e consapevolezzaIn questo momento Milan e Juventus sembrano avere la testa più pesante. Attenzione alla risalita del Napoli, con un Gattuso che a questo punto meriterebbe una conferma scaccia pensieri.

Riccardo Amato

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *