Intervista a Diego Franzoso: “Ecco il mio nuovo libro”

“Educare alla complessità del gioco” è l’ultima opera di uno degli allenatori più preparati del panorama nazionale. Diego Franzoso non possiede soltanto le competenze di un ottimo tecnico, bensì mette a disposizione il suo know how e rende il calcio un gioco ancora più stimolante e divertente. Merito del suo sito, ideacalcio.net, ormai vero e proprio punto di riferimento per chi volesse approcciarsi a questa professione.

Formare il giocatore pensante o guidare il calciatore nella scelta? “Il calciatore deve conoscere prima di tutto il gioco e i suoi principi, solo così potrà scegliere il meglio per se stesso e per la squadra”. Gli aspetti cognitivi sono sempre presenti nelle esercitazioni del Mister veneto, da sempre attento alla cura dei dettagli e all’inserimento di varianti stimolanti e divertenti per ogni esercizitazione.

“Non dobbiamo mai dimenticare il vero obiettivo del nostro lavoro. Pensare soltanto al risultato con ragazzi di 12 o 13 anni significa non lavorare per il loro bene”. Tutto il movimento italiano si è dimostrato ancora indietro rispetto ad altri paesi. E qui non si parla solo di calcio. “Lavorando nelle scuole come insegnante di educazione fisica, mi sono reso conto di una realtà alquanto preoccupante. Ragazzi e ragazze già strutturati fisicamente che avrebbero bisogno di una nuova alfabetizzazione motoria”.

Lo sforzo e il lavoro dovrebbero essere collettivi. Nell’era dei webinar e del flusso continuo di informazioni, quanti allenatori rimangono fedeli al loro credo e coerenti nelle proposte? Seguire le mode può rivelarsi cool ma non efficace, lo studio e la preparazione delle esercitazioni invece, partono da lontano.

“Educare alla complessità del gioco” racchiude anni di lavoro, tentativi, sperimentazione, idee e fantasia al supporto dei ragazzi. L’interpretazione delle esercitazioni e il “come” più che il “che cosa” differenzieranno la proposta per ciascun atleta o squadra. Diego Franzoso ci guida in un mondo sicuramente complesso, ma anche stimolante, ricco di possibilità e divertente.

Più che il nome della squadra che guidi, contano i tuoi principi, i valori e le tue esperienze. La competenza è lo strumento essenziale per rendere concreto e tangibile il frutto del tuo lavoro. I bambini e i ragazzi sorridono e ringraziano. In ogni momento sul campo imparano qualcosa di nuovo e si sentono sempre al centro del progetto.

Fortunati saranno i tecnici che potranno contare sul lavoro precedente svolto da Diego, grande studioso di calcio, attento osservatore e portavoce di un modo di fare sport genuino e sano. Il calcio cambia, le cose e le persone si evolvono, gli insegnamenti restano. Un grande in bocca al lupo a un tecnico che non smette mai di stupirci e che farà parlare ancora di sé.

Riccardo Amato

Il Blog di Riccardo Amato è anche su Facebook 

 

Per acquistare “Educare alla complessità del gioco” di Diego Franzoso, clicca qui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *