Il Milan ha preso Lazetic ma ha vinto ancora una volta Elliott

Il mercato del Milan ha deluso le aspettative. In attesa di capire se arriverà un difensore (le ultime indiscrezioni parlano di Thiaw dello Schalke 04), il colpo è Marko Lazetic. Ibrahimovic e Giroud non possono rappresentare il futuro del club di Via Aldo Rossi ma forse qualcosa di più andava fatto in estate. Serviva un attaccante sano da venti gol a stagione. Ora, con colpevole ritardo, i media parlano di un investimento a sei zeri per la prossima stagione. Troppo tardi? Si parla piuttosto di giovani: Berti del Cesena (classe 2004) ed Heffernan del Cork City. Operazioni minori, certamente, ma non lontanissime dai diktat della società che non si piegano ai capricci di Calhanoglu e Kessié. La ragione per cui Gosens si è trasferito dall’Atalanta all’Inter è proprio questa: a Milano gli offrono uno stipendio migliore. La domanda sorge legittima: si può competere ad alti livelli tesserando giovani promesse e lasciando partire calciatori fatti e finiti? Il dubbio è amletico. I tifosi rossoneri sanno che con questa idea di mercato il massimo a cui ambire resta un dignitosissimo piazzamento Champions.

Riccardo Amato

La Pagina Facebook Il Blog di Riccardo Amato

Seguimi anche su Twitter!  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.